fbpx
logo costa house resort

Avete presente un luogo dove il sole, il mare e la terra si fondono in un abbraccio indimenticabile, dove il ritmo della natura scandisce il passare delle stagioni con una sinfonia di sapori e profumi? Questo luogo esiste: si chiama Lampedusa, un’isola dove si celebrano l’unicità territoriale e la ricchezza naturale. Qui, il mese di ottobre è una cornucopia di delizie, una vetrina in cui la natura stessa sembra esibire i suoi tesori più prelibati. Parliamo della frutta di stagione, un vero must-try per ogni foodie o amante del cibo che si rispetti.
Non solo un piacere per il palato, ma anche un toccasana per il corpo e per l’ambiente, ricca di nutrienti essenziali e carica di sapore, la frutta raccolta nel momento giusto della sua maturazione è un elemento fondamentale per una dieta equilibrata e sostenibile. Inoltre, scegliere prodotti di stagione significa supportare l’agricoltura locale e ridurre l’impatto ambientale legato al trasporto e alla conservazione di alimenti.
Scopriamo qui come nel mese di ottobre, Lampedusa diventa il palcoscenico di una varietà di frutti che non solo deliziano i sensi, ma raccontano una storia; una storia di tradizioni, di comunità e di un legame indissolubile con la terra. Andiamo a conoscere allora la frutta di Ottobre!

Perché la frutta di Ottobre è speciale?

Frutta di ottobre-4

Questo è un mese di transizione, un periodo in cui l’estate cede il passo all’autunno e la natura inizia a prepararsi per il riposo invernale. Ma prima di entrare in questa fase di quiescenza, la terra ci offre un’ultima, straordinaria esplosione di sapore e nutrimento. Sì, parliamo della frutta di ottobre, un vero tesoro di benessere e cultura, particolarmente evidente nell’incantevole isola di Lampedusa. Il valore nutrizionale della frutta autunnale è innegabile: un concentrato di vitamine, minerali, fibre e antiossidanti che non solo esaltano il palato ma fortificano il corpo. In un periodo in cui le giornate iniziano ad accorciarsi e l’aria si rinfresca, la frutta di ottobre fornisce quel surplus energetico e immunitario di cui abbiamo tanto bisogno.

Il Caco

Caco

Nella paletta dei colori dell’autunno, il caco spicca come un vero gioiello, con il suo aspetto sontuoso e il colore che varia dal rosso-arancione al bruno, è un concentrato di vitamine A e C, potassio e antiossidanti. Questo frutto tipicamente autunnale è una delizia dolce e carnosa, ideale da consumare fresco o in dolci e marmellate.

La Mela

Mele

La mela è forse il frutto più iconico di tutti. Ricca di fibre, vitamina C e una serie di antiossidanti, la mela è perfetta da mangiare come snack o da utilizzare in una varietà di piatti, dal dolce al salato. Inoltre, la mela ha una durata di conservazione eccezionale, rendendola un ottimo alimento di lunga durata per i mesi invernali. A Lampedusa, le varietà locali di mele sono un must-try per chiunque visiti l’isola in autunno.

Il Fico

Fico

Ottobre è il mese dei fichi in molti angoli di Lampedusa. Questi frutti dolci e carnosi sono una fonte di calcio, potassio e ferro. I fichi possono essere consumati freschi, secchi o in una varietà di preparazioni culinarie, dalle marmellate ai dolci. Ma ciò che rende il fico davvero speciale è il suo profondo legame con la cultura e la storia dell’isola.

 

La Pera

Pere

Le pere sono un altro frutto autunnale che non va sottovalutato. Con la loro dolcezza delicata e la texture succosa, le pere sono ottime da sole o in combinazione con formaggi e vini locali. Sono anche ricche di fibre, vitamina C e potassio. Le varietà autunnali di pere a Lampedusa sono particolarmente dolci e saporite, grazie al clima unico e ai suoli fertili dell’isola.

Il Melograno

 

 

 

Last but not least, il melograno è una delle gemme più preziose dell’autunno, con i suoi chicchi rubino sono pieni di antiossidanti, vitamina C e potassio. Il melograno è anche un simbolo di prosperità e abbondanza in molte culture. Consumarlo fresco o in forma di succo è un modo eccellente per godere dei suoi numerosi benefici per la salute.

 

Conservazione e utilizzo sostenibile

Mentre il piacere di gustare la frutta fresca di stagione è incomparabile, è altrettanto fondamentale essere consapevoli di come conservarla al meglio per estenderne la freschezza e ridurre gli sprechi. Questo è particolarmente rilevante in un’epoca in cui la sostenibilità e la gestione responsabile delle risorse stanno diventando sempre più centrale nella conversazione alimentare. Iniziamo parlando della conservazione. Per prolungare la vita della vostra frutta e mantenere il suo sapore e le sue qualità nutrizionali, è cruciale memorizzare le diverse necessità di ciascun frutto. Mentre alcuni frutti come le mele si conservano meglio in un ambiente fresco e asciutto, altri come i fichi richiedono un ambiente più umido.
L’uso di contenitori ermetici, sacchetti di stoffa traspirante o anche l’antica tecnica di conservazione in sottovuoto possono fare miracoli nel mantenere la vostra frutta come se fosse stata appena raccolta.

Passiamo ora all’utilizzo sostenibile della frutta, un concetto che va ben oltre la semplice consumazione della polpa. Parti della frutta che sono spesso trascurate o scartate possono effettivamente avere usi sorprendenti e sostenibili. Prendiamo ad esempio le bucce degli agrumi: anziché gettarle via, possono essere utilizzate per fare un delizioso liquore o addirittura come pulitori ecologici grazie alle loro proprietà antibatteriche.
I noccioli e i semi possono essere usati in varie forme, macinati per fare farine alternative o addirittura piantati per dare vita a nuovi alberi da frutto. E che dire delle foglie e degli steli? Molti sono commestibili e possono aggiungere un tocco di sapore e colore a insalate e piatti cotti.

Non solo un piacere, ma anche di responsabilità e cura per il mondo che ci circonda.

 

Dove trovare la frutta fresca e di stagione a Lampedusa

Nel nostro tempo in cui l’impronta ecologica è più critica che mai, optare per frutta locale e di stagione non è solo una questione di sapore o di freschezza, ma anche di responsabilità ambientale. L’acquisto di frutta locale riduce significativamente l’energia e le emissioni di carbonio associate al trasporto su lunghe distanze. Inoltre, la frutta di stagione è spesso coltivata in modo più sostenibile, senza l’uso eccessivo di fertilizzanti e pesticidi chimici, a beneficio sia del pianeta che della nostra salute. Questa scelta si traduce anche in un sostegno diretto ai coltivatori locali e alle economie locali, creando un ciclo virtuoso di sostenibilità e benessere comunitario. E se vi trovate a Lampedusa, avrete l’opportunità unica di sperimentare questa sostenibilità in azione, gustando alcuni dei frutti più freschi e deliziosi che la terra ha da offrire.

Ora, se siete seriamente impegnati nel vivere un’esperienza autentica e sostenibile a Lampedusa, vi consigliamo il Costa House Resort, un  agriresort, che a Lampedusa, è la quintessenza della sostenibilità e del lusso combinati, offrendo non solo alloggi di alta qualità, ma anche un approccio eco-responsabile che si allinea perfettamente con i valori di cui abbiamo parlato. La sua posizione unica, lo rende un’esperienza semplicemente incomparabile. Per prenotazioni o ulteriori informazioni, non esitate a contattare il resort o chiamando il 338 2865656 o scrivendo a info@costahouse.it

×